Discussion:
Assorbimento motore Pittman
(too old to reply)
s***@public.gmane.org
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Ho un motore cc Pittman a 24v di cui sono riuscito a trovare alcuni
dati:

assorbimento a vuoto 0,16A
assorbimento di Picco (stallo) 8,11A

E' possibile valutare un range possibile di assorbimento in condizioni
di lavoro normale?

stefano



------------------------------------
cippaul
2008-04-28 10:18:34 UTC
Permalink
Post by s***@public.gmane.org
Ho un motore cc Pittman a 24v di cui sono riuscito a trovare alcuni
assorbimento a vuoto 0,16A
assorbimento di Picco (stallo) 8,11A
E' possibile valutare un range possibile di assorbimento in
condizioni
Post by s***@public.gmane.org
di lavoro normale?
Non e' che vuoi alimentare "l'uomo tacchino" con la porta USB,
verooo... ? :OOOO

A parte gli scherzi, quando ho bisogno di 2 porte seriali "IN PIC
BASIC PRO", uso quella piu' veloce come HW, mentre quella piu' lenta
la setto in emulazione.
Che velocita' ti servono ?...

ciao cipsoloperchiconosceipitti


------------------------------------
Marco F.
2008-04-28 10:53:07 UTC
Permalink
Post by s***@public.gmane.org
Ho un motore cc Pittman a 24v di cui sono riuscito a trovare alcuni
assorbimento a vuoto 0,16A
assorbimento di Picco (stallo) 8,11A
E' possibile valutare un range possibile di assorbimento in condizioni
di lavoro normale?
Non prenderla come verità assoluta o metodo scientifico però se tracci in un
grafico la retta che congiunge i due punti di corrente mettendo come altro
asse il numero di giri (li hai quelli a vuoto?) di solito sei abbastanza
vicino al valore vero.
In teoria la "costante" è coppia*corrente, puoi affinare il tuo dato
ipotizzando una curva di coppia standard o presa da motori simili.

Ciao


------------------------------------
Marco d'Ambrosio
2008-04-28 11:15:25 UTC
Permalink
Post by Marco F.
Non prenderla come verità assoluta o metodo scientifico però se tracci in un
grafico la retta che congiunge i due punti di corrente mettendo come altro
asse il numero di giri (li hai quelli a vuoto?) di solito sei abbastanza
vicino al valore vero.
Non c'è una relazione diretta tra corrente e giri, c'è tra coppia e
corrente, i giri sono legati alla tensione.
Per tracciare le curve tocca conoscere i giri massimi a vuoto e la coppia di
stallo oltre alla corrente a vuoto e di stallo.
Sul sito Lynxmotion sono disponibili i datasheet con le curve
caratteristiche dei loro motori, sono molto esplicativi su come variano gli
rpm e la coppia in funzione di tensione e corrente e del legame tra coppia
massima ottenibile in funzione degli rpm.

Ciao

Marco d'Ambrosio


------------------------------------
Marco F.
2008-04-28 11:27:45 UTC
Permalink
----- Original Message -----
From: "Marco d'Ambrosio" <***@...>
To: <roboteck-***@public.gmane.org>
Sent: Monday, April 28, 2008 1:15 PM
Subject: Re: [roboteck] Assorbimento motore Pittman
Post by Marco d'Ambrosio
Non c'è una relazione diretta tra corrente e giri, c'è tra coppia e
corrente
Esatto è quello che avevo aggiunto anch'io
Post by Marco d'Ambrosio
i giri sono legati alla tensione.
Esatto ma la tensione per lui è una costante (24V)
Esiste poi una relazione che lega la coppia al numero di giri che è la curva
che citi anche tu, solo per questo gli ho detto come "dedurre".
Immagino che Stefano avesse già fatto un po' di ricerche e che, disperato,
volesse qualche riferimento spannometrico :o)

Ciao
m


------------------------------------
s***@public.gmane.org
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
...Non è che vuoi alimentare "l'uomo tacchino" con la porta USB,
verooo... ? :OOOO
No, vedi cosa succede ad avere poco tempo e
concentrare i post...

Sono due lavori diversi, la porta usb mi
servirebbe per avere una alimentazione a 5v per piccoli test nei
periodi di quiete rubati all'ufficio senza portarmi dietro il
laboratorio...
A parte gli scherzi, quando ho bisogno di 2 porte
seriali "IN PIC
BASIC PRO", uso quella piu' veloce come HW, mentre
quella piu' lenta
la setto in emulazione.
Che velocita' ti servono
?...

Non è tanto un problema di velocità quanto di semplicità di
programmazione.
In sostanza ho un pic che riceve da un pc e smista i
comandi ad altre 2 o tre schedine intelligenti; penso che userò la
seriale hardware per ricevere dal pc e quella soft per trasmettere ai
pic. Cosa ne pensi?

stefano




------------------------------------
cippaul
2008-04-28 15:00:51 UTC
Permalink
Post by s***@public.gmane.org
Non è tanto un problema di velocità quanto di semplicità di
programmazione.
In sostanza ho un pic che riceve da un pc e smista i
comandi ad altre 2 o tre schedine intelligenti; penso che userò la
seriale hardware per ricevere dal pc e quella soft per trasmettere ai
pic. Cosa ne pensi?
Dipende dalla velocita' delle porte e dal quarzo che usi.
Con i 4MHz interni ed il PBP, gestico il GSM a 19200baud sulla porta HW
e il GPS a 4800baud sulla porta logica.

ciao cip


------------------------------------
s***@public.gmane.org
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Ti ringrazio, adesso faccio un po' di calcoli...
btw, complimenti per
il tagliaerba, però dovresti mettere giù un po' di documentazione!
Dal
filmato non si apprezzano le caratteristiche e stare dietro ai post del
forum è demenziale... ;-)

Se ti serve una mano per organizzare il
materiale sono a disposizione, anche perchè ne stiamo sviluppando uno
un po' più grossetto e sarebbe utile confrontare le soluzioni.

stefanocheprobabilmentestariscoprendol'acquacalda.

----Messaggio
originale----
Da: marco-***@public.gmane.org
Data: 28-apr-2008 12.53 PM
A:
<roboteck-***@public.gmane.org>
Ogg: Re: [roboteck] Assorbimento motore
Pittman
Post by s***@public.gmane.org
Ho un motore cc Pittman a 24v di cui sono riuscito a
trovare alcuni
Post by s***@public.gmane.org
assorbimento a vuoto 0,16A
assorbimento di
Picco (stallo) 8,11A
Post by s***@public.gmane.org
E' possibile valutare un range possibile di
assorbimento in condizioni
Post by s***@public.gmane.org
di lavoro normale?
Non prenderla come
verità assoluta o metodo scientifico però se tracci in un
grafico la
retta che congiunge i due punti di corrente mettendo come altro
asse
il numero di giri (li hai quelli a vuoto?) di solito sei abbastanza
vicino al valore vero.
In teoria la "costante" è coppia*corrente, puoi
affinare il tuo dato
ipotizzando una curva di coppia standard o presa
da motori simili.

Ciao





------------------------------------
s***@public.gmane.org
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Ho trovato il grafico del motore in mio possesso:

sull'asse y c'è la
velocità (rpm);
sull'asse delle X la coppia mN.m;
sempre sull'asse
delle Y ma dal lato destro, la corrente.

Non ci sono però delle curve
ma due rette:

quella della velocità collega un punto sull'asse y a
sinistra posto in alto, con il valore di 6000rpm, con un punto posto a
destra in basso, sull'asse x, con il valore 285 mN.m;
l'altra, quella
della corrente, collega l'origine 0.0 delle coordinate a sx con un
punto sull'asse Y, a dx in alto con il valore massimo di corrente (8,15
A);

le rette si incrociano in un punto dove a 141,3 mN.m di coppia
corrispondono una velocità di 3000rpm e una corrente di 3,75A.

Bene,
qualcuno me lo spiega?

Grazie sempre...

stefano

----Messaggio
originale----
Da: m.dambrosio-***@public.gmane.org
Data: 28-apr-2008 1.15 PM
A:
<roboteck-***@public.gmane.org>
Ogg: Re: [roboteck] Assorbimento motore
Pittman
Post by Marco F.
Non prenderla come verità assoluta o metodo scientifico però
se tracci in
Post by Marco F.
un
grafico la retta che congiunge i due punti di
corrente mettendo come altro
Post by Marco F.
asse il numero di giri (li hai quelli a
vuoto?) di solito sei abbastanza
Post by Marco F.
vicino al valore vero.
Non c'è una
relazione diretta tra corrente e giri, c'è tra coppia e
corrente, i
giri sono legati alla tensione.
Per tracciare le curve tocca conoscere
i giri massimi a vuoto e la coppia di
stallo oltre alla corrente a
vuoto e di stallo.
Sul sito Lynxmotion sono disponibili i datasheet con
le curve
caratteristiche dei loro motori, sono molto esplicativi su
come variano gli
rpm e la coppia in funzione di tensione e corrente e
del legame tra coppia
massima ottenibile in funzione degli rpm.

Ciao

Marco d'Ambrosio





------------------------------------
Marco F.
2008-04-28 17:12:42 UTC
Permalink
Credo sia chiaro che 6000rpm sono a vuoto per cui hai coppia disponibile
zero mentre a giri zero hai la coppia massima.
sull'asse x (dove hai la coppia se non ho capito male) ti segli la coppia
che ti serve, sali e incontri le due curve, una ti dice quanti giri avrai
(con quella coppia) e l'altra la corrente che avrai a quella coppia. tutto
qui.
Puoi ovviamente fare ragionamenti inversi, scegli la corrente massima, ti
leggi la coppia e il numero di giri

Ciao
m
----- Original Message -----
From: <s.scibilia-nc/***@public.gmane.org>
To: <roboteck-***@public.gmane.org>
Sent: Monday, April 28, 2008 7:00 PM
Subject: R: Re: [roboteck] Assorbimento motore Pittman


Ho trovato il grafico del motore in mio possesso:

sull'asse y c'è la
velocità (rpm);
sull'asse delle X la coppia mN.m;
sempre sull'asse
delle Y ma dal lato destro, la corrente.

Non ci sono però delle curve
ma due rette:

quella della velocità collega un punto sull'asse y a
sinistra posto in alto, con il valore di 6000rpm, con un punto posto a
destra in basso, sull'asse x, con il valore 285 mN.m;
l'altra, quella
della corrente, collega l'origine 0.0 delle coordinate a sx con un
punto sull'asse Y, a dx in alto con il valore massimo di corrente (8,15
A);

le rette si incrociano in un punto dove a 141,3 mN.m di coppia
corrispondono una velocità di 3000rpm e una corrente di 3,75A.

Bene,
qualcuno me lo spiega?

Grazie sempre...

stefano

----Messaggio
originale----
Da: m.dambrosio-***@public.gmane.org
Data: 28-apr-2008 1.15 PM
A:
<roboteck-***@public.gmane.org>
Ogg: Re: [roboteck] Assorbimento motore
Pittman
Post by Marco F.
Non prenderla come verità assoluta o metodo scientifico però
se tracci in
Post by Marco F.
un
grafico la retta che congiunge i due punti di
corrente mettendo come altro
Post by Marco F.
asse il numero di giri (li hai quelli a
vuoto?) di solito sei abbastanza
Post by Marco F.
vicino al valore vero.
Non c'è una
relazione diretta tra corrente e giri, c'è tra coppia e
corrente, i
giri sono legati alla tensione.
Per tracciare le curve tocca conoscere
i giri massimi a vuoto e la coppia di
stallo oltre alla corrente a
vuoto e di stallo.
Sul sito Lynxmotion sono disponibili i datasheet con
le curve
caratteristiche dei loro motori, sono molto esplicativi su
come variano gli
rpm e la coppia in funzione di tensione e corrente e
del legame tra coppia
massima ottenibile in funzione degli rpm.

Ciao

Marco d'Ambrosio






------------------------------------
Marco d'Ambrosio
2008-04-28 17:23:42 UTC
Permalink
Post by s***@public.gmane.org
Non ci sono però delle curve
Certo che sono due rette, come già detto la coppia varia linearmente con la
corrente assorbita, la coppia massima erogabile varia linearmente con i
giri.
Detto in termini semplice, con giri = 0 puoi ottenere la coppia massima
possibile che è quella di stallo, con giri massimi la coppia disponibile è
quasi 0.
Stesso concetto per la corrente, se la coppia è 0 anche la corrente è zero,
ovviamente vanno aggiunte le perdite quindi il valore reale non è zero, se
la coppia richiesta è quella massima la corrente raggiungerà il valore
massimo possibile
Solitamente nei motori sono indicate due costanti Kv e Ki, se moltiplichi la
prima per la tensione applicata ai capi del motore, senza carico meccanico,
ottieni gli RPM, se moltiplichi la seconda per la corrente assorbita ottieni
la coppia richiesta dal carico meccanico.
Il prodotto di una costante per una variabile lineare produce una linea
retta con una certa inclinazione su un grafico xy.
In pratica quelle due rette ti dicono a seconda degli RPM di quanta coppia
puoi disporre e quanto assorbe il motore quando viene richiesta la coppia
massima.
Nei motori DC esistono due punti importanti nelle curve, il punto di massima
potenza meccanica e quello di massima efficienza, il primo corrisponde a
metà degli RPM massimi, il secondo lo hai all'incirca attorno al 85% degli
RPM massimi, nel primo punto puoi disporre di tutta la potenza meccanica che
il motore è in grado di erogare, nel secondo hai il minimo consumo
energetico ma poca coppia e potenza.
Scaricati i data sheet da Lynxmotion, sono completi di tutte le curve e con
un'occhiata capisci da solo tutto quanto.

Ciao

Marco d'Ambrosio


------------------------------------
Marco d'Ambrosio
2008-04-28 17:31:40 UTC
Permalink
Post by s***@public.gmane.org
Non ci sono però delle curve
Un piccolo addendum, spesso nei motoriduttori viene indicato il punto di
potenza meccanica massima spostato rispetto al centro degli RPM, solitamente
denominato "rated torque", questo perchè in realtà la coppia massima
disponibile, quella di stallo, è superiore alla coppia che gli ingranaggi
possono reggere pertanto non è possibile usufruire della massima coppia.
Nel caso sopra il punto di massima potenza meccanica si sposta oltre 1/2
degli rpm col vantaggio di poter usufruire di una maggiore coppia a regimi
più elevati.

Ciao

Marco d'Ambrosio


------------------------------------
s***@public.gmane.org
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Post by Marco F.
Immagino che Stefano avesse già fatto un po' di ricerche e
che, disperato,
Post by Marco F.
volesse qualche riferimento spannometrico :o)
infatti il mio problema consiste nel capire se posso pilotarlo con un
integrato dedicato o se devo costruire un ponte h con dei mosfet da un
etto, 4ventole e raffreddamento a glicole...

ciao

stefano

------------------------------------
s***@public.gmane.org
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Post by cippaul
Dipende dalla velocita' delle porte e dal quarzo che usi.
Con i 4MHz
interni ed il PBP, gestico il GSM a 19200baud sulla porta HW
Post by cippaul
e il GPS
a 4800baud sulla porta logica.

Allora siccome il mio schema è:

PC <--
Post by cippaul
PicMaster (16F876 o 18F252 o simili) <--> Pic(s)Periferiche (16F628)
non dovrei avere problemi con una comunicazione a 19200 tra PC e
PicMaster (usando la seriale HW) ne tra questo (con quarzo a 20MHz.) e
i PicsPeriferiche (usando la seriale HW e l'oscillatore a 4MHz.)
Giusto?

stefano



------------------------------------
s***@public.gmane.org
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Post by Marco F.
Credo sia chiaro che 6000rpm sono a vuoto per cui hai coppia
disponibile
Post by Marco F.
zero mentre a giri zero hai la coppia massima.
sull'asse
x (dove hai la coppia se non ho capito male) ti segli la coppia
Post by Marco F.
che
ti serve, sali e incontri le due curve, una ti dice quanti giri avrai
(con quella coppia) e l'altra la corrente che avrai a quella coppia.
tutto
Post by Marco F.
qui.
Puoi ovviamente fare ragionamenti inversi, scegli la
corrente massima, ti
Post by Marco F.
leggi la coppia e il numero di giri
Si, quello
che ha stupito la mia ignoranza è questo andamento così lineare...
Probabilmente, con un rapporto di riduzione di 19,7 : 1 del riduttore,
per gli usi che faccio io solitamente, la coppia richiesta non è
elevata perchè io non mi sono mai accorto di riduzioni della velocità
così importanti sotto carico.

Invece quello che io ho rilevato, come
esperienza su altri motori, è che l'assorbimento aumenta di molto in
caso di inversione del senso di rotazione; come posso valutarlo questo?
considerandolo pari all'assorbimento in caso di stallo?

ciao
stefano

------------------------------------
Marco d'Ambrosio
2008-04-28 17:54:32 UTC
Permalink
Post by s***@public.gmane.org
che ha stupito la mia ignoranza è questo andamento così lineare...
Probabilmente, con un rapporto di riduzione di 19,7 : 1 del riduttore,
per gli usi che faccio io solitamente, la coppia richiesta non è
elevata perchè io non mi sono mai accorto di riduzioni della velocità
così importanti sotto carico.
Il calo di rpm dipende da due fattori, il primo è la potenza meccanica
disponibile, come già detto il prodotto coppia (in N*m) per rpm ( in
radianti al secondo) è pari alla potenza meccanica (in Watt) erogata, questo
valore è una costante se si usa sempre la coppia massima disponibile o
rappresenta il limite raggiungibile, se si supera la massima potenza
meccanica erogabile il motore per compensare perde dei giri in modo da
ritornare nella situazione di equilibrio.
Il secondo fattore che causa una perdita di giri è la resistenza serie del
motore, maggiore è la corrente che vi scorre sopra e maggiore è la caduta di
tensione ai suoi capi pertanto la tensione reale vista dal motore, che
determina il numero di giri, è pari alla tensione applicata ai morsetti - la
caduta sulla Rserie.
Se la Rserie è bassa, p.e. solo 10 ohm, e l'assorbimento sotto carico non è
basso, p.e. solo 100 mA, anche la caduta di tensione sulla Rserie è piccola,
nel nostro esempio solo 1 Volt, di concerto calando gli rpm cala anche la
coppia resistente, visto che sicuramente diminusce lo sforzo, e la corrente
richiesta che porta a sua volta ad un leggero rialzo della tensione
equivalente vista dal motore e un recupero di giri.
In pratica se il carico applicato è piccolo osservi solo una minima perdita
di giri, se il carico è quello massimo teorico osserverai una perdita di
giri anche consistente legata al valore della Rserie e della corrente
assorbita.
Questa perdita di giri è facilmente compensabile con un aumento della
tensione di alimentazione del motore, se si misura preventivamente il valore
della Rserie e si monitorizza la corrente assorbita dal motore è facile
realizzare un compensazione automatica della velocità, basta calcolare la
caduta di tensione, senza scomodare un pid, ovviamente la precisione si
valuta in svariati punti percentuale d'errore, ma per moltissime
applicazioni basta e avanza.
Post by s***@public.gmane.org
Invece quello che io ho rilevato, come
esperienza su altri motori, è che l'assorbimento aumenta di molto in
caso di inversione del senso di rotazione; come posso valutarlo questo?
considerandolo pari all'assorbimento in caso di stallo?
Se inverti la rotazione cambiando di colpo la polarità sul motore è come se
gli dai il doppio della tensione nominale, in questo caso la corrente, per i
primi istanti, diventa anche lei il doppio di quella di stallo e la potenza
da dissipare il quadruplo (W = 2xV * 2xI = 4 x V*I).
L'inversione del senso di rotazione deve essere fatta in due fasi, prima si
frena il motore e lo si porta a 0 giri, poi si da tensione e si accelera
alla nuova velocità.

Ciao

Marco d'Ambrosio




------------------------------------

s***@public.gmane.org
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Post by Marco d'Ambrosio
Nei motori DC esistono due punti importanti nelle curve, il punto di
massima
Post by Marco d'Ambrosio
potenza meccanica e quello di massima efficienza, il primo
corrisponde a
<cut>

Se in questa lista non ci fosse il WikiSGRUNT i
miei bot sarebbero quelli di 10anni fa (due relè e due fine corsa...)

ciao e grazie sempre...

------------------------------------
Continue reading on narkive:
Search results for 'Assorbimento motore Pittman' (Questions and Answers)
9
replies
Qualcuno ha fatto volare i LEGO?
started 2011-10-28 14:08:31 UTC
lego
Loading...